Obama a Buchenwald

Ricevo in questo momento da Roberto Malini di Everyone Group la poesia, breve ma molto significativa, che pubblico qui di seguito. Mi auguro possa rappresentare un momento di dolorosa riflessione… Dove sta andando questo nostro Paese?
.
Il presidente Obama
è stato a Buchenwald

di Alfred Breitman
Group for International Cooperation
on Human Rights Culture
.
rom_&_sint_memorial.jpg

.
Il presidente Obama è stato a Buchenwald, 
dove morirono gli ebrei, 
i rom, i sinti, i gay,
gli studenti biblici, i prigionieri di guerra, 
gli spiriti liberi.

Il presidente Obama è stato a Buchenwald 
e in quel luogo sacro ha detto: 
“Coloro che negano il genocidio 
dovrebbero venire qui. Non ho pazienza con loro”.

Poi Obama è rimasto in silenzio, commosso, 
e ha deposto una rosa bianca
sulla lapide in memoria delle vittime.

Da lontano venivano rintocchi di campane.

Nello stesso momento a Milano,
sotto un cielo d’inchiostro, altri aguzzini, 
con divise diverse da quelle delle guardie 
dei Konzentrationslager, 
ma con gli stessi sguardi senza luce,
distruggevano a calci la baracca 
del vecchio rom Cosmin, 
che a Buchenwald e ai suoi orrori,
alle esecuzioni e alle epidemie,
agli esperimenti del dottor Gerhard Rose
era sopravvissuto.

“Va’ via, sporco zingaro”, gli gridavano
con voci di cani rabbiosi, cariche d’odio,
simili a quelle delle guardie di Buch.

Il vecchio li fissò negli occhi
e sputò davanti ai loro stivali: 
un altro fiore si posava a terra,
due rose bianche chiedevano vendetta.

Milano, 6 giugno 2009

Nella foto, Buchenwald: Memoriale ai Martiri Sinti e Rom
Obama a Buchenwaldultima modifica: 2009-06-07T02:00:10+00:00da paginecorsare

3 pensieri su “Obama a Buchenwald

  1. ciao
    abbiamo ricevuto la segnalazione del tuo problema riguardo a postare con firefox…puoi mandarci uno screenshot del messaggio che ti appare sul pc quando entri nel tuo blog? lo inoltreremo ai nostri tecnici!

    Grazie mille
    La redazione

  2. ciao, abbiamo ricevuto gli screenshot del tuo pc, grazie mille!
    allora, prima di tutto ti consiglkiamo di scaricare la versione piu recente di firefox, e poi, dirti che non devi cliccare sul bottone apri un blog ma inserire direttamente e-mail e password sulla voce a destra di Apri un blog…non dovrebbero esserci problemi ad entrare nel blog!
    buon lavoro

    la redazione

Lascia un Commento