Costituzione della Repubblica Italiana: articolo 1

Zipponi (Idv): “Non comprerà Chrysler,
accadrà il contrario”

di Luca Telese
“Il Fatto Quotidiano”, 8 gennaio 2011

E INTANTO? SU FACEBOOK ESISTE UN NUOVO GRUPPO
ANCHE NOI CON LA FIOM
AL QUALE INVITO TUTTI A PARTECIPARE. L’ACCORDO SEPARATO
CON L’AMM. DELEGATO DI FIAT, SERGIO MARCHIONNE – CHE HA VISTO

IN TESTA CISL E UIL, VERI E PROPRI “SINDACATI GIALLI” -

CONTIENE ELEMENTI RACCAPRICCIANTI CHE NON TENGONO CONTO

DELLA COSTITUZIONE, NE’ DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

NE’ TANTO MENO DEI CONTRATTI DI LAVORO ESISTENTI.

CLICCA QUI PER RAGGIUNGERE LA PAGINA DEL GRUPPO !!
La vicenda FIAT è essenziale per tutti e per
ciascuno di noi. Infatti, segna il confine,
invalicabile per lo Statuto della FIOM e della CGIL,
tra la condizione di LAVORATORE e quello di SCHIAVO.
Per comprenderlo, è sufficiente LEGGERE IL COSIDDETTO ACCORDO !!

nostre_vite.jpg

“Il vero film sulla Fiat non è quello che stiamo vedendo. C’è un trucco macroscopico, bisogna aguzzare l’intelligenza per capirlo”. Maurizio Zipponi, deus ex machina dell’Idv sui problemi del lavoro, è l’uomo che più di tutti ha combattuto perché il suo partito prendesse posizione contro l’accordo Fiat. Adesso, con la sua voce pacata di sempre, illustra il colpo di scena che guida la sua analisi: “Il coro degli apologeti di Marchionne, la logica del muro contro muro, occulta la verità su questa trattativa”.

Onorevole Zipponi, a cosa si riferisce?
Semplice: tutto lascia intendere che non sia la Fiat a comprare la Chrysler, come ci raccontano i media, ma la Chrysler a comprare la Fiat. Se non si capisce questo non si capisce nulla. 

E’ suggestivo, ma arduo da dimostrare…
Lei dice? Proviamo a mettere in un ordine diverso gli elementi concreti già sul tavolo e a leggerli diversamente.

Da dove partiamo?
Da chi mette i soldi davvero, per esempio.

Chi?
Il governo Obama. Ponendo come vincolo a Marchionne di proteggere la produzione in America. Nulla di male: è quello che nel mondo fanno tutti, a partire da Sarkozy, con l’unica eccezione di Berlusconi.

Il governo italiano sostiene la cassa integrazione, attraverso l’Inps.
E non è grottesco? Negli altri paesi si danno soldi per produrre, nel nostro si paga per non produrre. Con costi altissimi.

Però non si licenzia.
A Mirafori sono fermi, a turno, da un anno. Temo che lavoreranno nella settimana del voto, e poi rischino di finire in cassa integrazione per sempre.

Mi dica gli altri elementi.
Anziché parlare dei modelli che non ci sono, o forse non si faranno mai, parliamo invece di quelli nuovi che si faranno di sicuro, e vediamo dove si faranno.

Mi faccia l’appello.
Ho i piani industriali ufficiali: la nuova Multipla si fa in Serbia, dove c’è un aiuto di stato. La nuova Ulysse e la 500 elettrica si fanno in America, come la nuova Thema e le Lancia derivate dai modelli Chrysler. Il Doblò che la Fiat darà alla Opel si farà in Turchia, la nuova citycar si farà in Brasile… Dove sono le auto italiane?

C’è la nuova Ypsilon.
Era annunciata per un anno fa, ed era già slittata di un anno. Si farà quest’anno?

Nulla in Italia, vuol dire?
Grandi prodotti per ora no, il listino non viene aggiornato. 

Faccio l’avvocato del diavolo: Marchionne ha comprato la prima quota di Chrysler senza spendere un euro.
Ecco il punto! Proviamo invece a ribaltare: la Chrysler, che era, ed è tecnicamente fallita, e senza know-how, ha avuto gratis dalla Fiat i brevetti per produrre nuove macchine subito, senza spendere un euro. E’ sicuro che ci guadagni la Fiat?

Ma allora chi ci guadagnerebbe, secondo lei?
Marchionne con le stock option, di certo. E soprattutto la famiglia Agnelli che fa cassa liberandosi dell’auto e diluendo la sua quota di controllo, come già aveva ipotizzato ai tempi della trattativa con la Gm.

Perché voi dipietristi difendete la Fiom?
Perché mi pare che sia stato scelto come un capro espiatorio perfetto.

Perché?
Perché se l’obiettivo era produrre, aveva già accettato di fare macchine e di aumentare i turni di lavoro a 18!

E invece?
Oggi la vera priorità della Fiat è la partita finanziaria, non la produttività.

Che scenario immagina?
Che se a Mirafiori vince la linea Marchionne, una delle possibilità più concrete è che l’auto se ne vada da Torino e dall’Italia dopo cento anni!

E sarebbero tutti d’accordo?
Io so che dentro Banca Intesa, c’è perplessità rispetto a una anzienda che vuole i soldi della banche per comprare e delocalizzare la produzione fuori.

Perché il centrosinistra dovrebbe opporsi?
Perché dobbiamo spiegare ai lavoratori che la Lega anti-Fiat è diventata la stampella di questa curiosa operazione: usare il soldi della finanza del nord per mettere il know-how italiano al servizio dell’auto americana.

L’ha stupita la scelta del Pd?
Mi ha addolorato, che è diverso. Purtroppo alcune cose vengono da lontano…

Cioè?
Posso raccontarle un aneddoto illuminante: nel 1988 mi trovai per la Cgil in una trattativa durissima per l’Iveco. Il dirigente Fiat ogni tanto apriva una porta, e andava in una stanza.

E questo che voleva dire?
Scoprimmo che in quella stanza c’era Piero Fassino, che in parallelo concedeva cose per cui noi stavamo battagliando.

Come finì?
A urli. Sono un pacifico ma fu un miracolo non picchiarsi.

Anche nell’Idv vi siete divisi, Donadi è pro-Fiat.
Giudico i politici dalle scelte decisive. In Italia ci sono due alternative proibite: andare contro le gerarchie ecclestiastiche e andare contro la Fiat.

Perché me lo dice?
Di Pietro ha dimostrato il suo coraggio, prendendo una posizione impopolare. Ma se permette – visto questo scenario – lungimirante.

Costituzione della Repubblica Italiana: articolo 1ultima modifica: 2011-01-08T06:09:00+00:00da paginecorsare

6 pensieri su “Costituzione della Repubblica Italiana: articolo 1

  1. PANNELLO DI CONTROLLO , OPZIONE DI VISIBILITA’ ………. E AGGIUNGI TUTTE LE OPZIONI CHE TI CAPITA ………IN MODO CHE CHIUNQUE PUO’ CONDIVIDERE DOVE VUOLE ……..
    .
    NO , IL SABATO E LA DOMENICA NON SPARISCO ………. A VOLTE VADO A FARE UN GIRO …….. ALTRE VOLTE , LAVORO IN GIARDINO …….. QUALCHE VOLTA VADO A PESCA …….. E SPESSO , GIOCO CON LA CAGNETTA ……DI NOME ……. ONDA .
    .
    QUASI SEMPRE GIRONZOLO SILENZIOSAMENTE , PER CAPIRE ……. IN GIRO PER IL WEB .
    .
    PROVA A FARE LE OPERAZIONI CHE TI HO CONSIGLIATO ……… RIPASSO DOPO .
    .
    UN ABBRACCIO .

  2. @ Bruno

    Anch’io sparisco durante la giornata. Sono in piena fase di vendita/acquisto della casa e di preparazione del relativo trasloco. Penso tu possa immaginare il casino… Tra l’altro, ho una marea di libri, film, dischi ecc. ecc. (un delirio!) e dovrei lasciare l’attuale abitazione entro i primi giorni di febbraio. Se hai notato, tutti i contributi ad “Anche noi con la FIOM” li mando di notte, dopo aver cercato in Internet le notizie, così il giorno dopo NON sono bella fresca e riposata.
    Salutami Onda.
    Un abbraccio.

Lascia un Commento