Appello per una Manifestazione Nazionale contro la guerra in Libia a Napoli il 16 aprile 2011

Appello per una Manifestazione Nazionale contro la guerra in Libia a Napoli il 16 aprile di “Assemblea napoletana contro la guerra”   L’Italia che a parole ripudia la guerra si è lanciata in una nuova aggressione militare a senso unico, come le precedenti, questa volta contro la Libia che rappresenta la “nostra” quarta sponda. La quinta in vent’anni, la terza nel … Continua a leggere

Ricordate Rosarno?

Ricordate Rosarno? Da qualche giorno ho inserito nel mio blog, in testa a sinistra, un invito a firmare un appello per i Lavoratori Africani di Rosarno. Ecco qualche elemento in più: la Rete Antirazzista Romana ha pubblicato nel suo sito tale Appello, leggibile anche qui di seguito. E’ importante riflettere attentamente sui contenuti di tale Appello, che chiedo di sottoscrivere … Continua a leggere

1° marzo 2010 (2)

1° marzo 2010 (2) 1-2 marzo 2010 GUARDA LE FOTO STREPITOSE DI CESARE! MILANO: QUI UNA GALLERIA FOTOGRAFICA DI “REPUBBLICA” ITALIA: QUI UN’ALTRA GALLERIA FOTOGRAFICA DI “REPUBBLICA” QUI: UN FILMATO DEI CORTEI DI MILANO QUI: UN FILMATO DEI CORTEI DI NAPOLI QUI: DI CHE COLORE SEI? 4 persone, 4 continenti, 4 storie di migranti. Uno splendido docu-film della CGIL Dipartimento … Continua a leggere

Integrazione, tolleranza, diversità: tre parole orrende

Integrazione, tolleranza, diversità: tre parole orrende «Io immagino un modo diverso di convivere, un modo che rispetta tutti con le loro culture … Sei musulmano? ma fai un po’ come ti pare , basta che rispetti le nostre leggi (dico leggi e non cultura), anzi mi divertirò un po’ a vedere e conoscere la vostra cultura, visto che non ho … Continua a leggere

Asilo vietato ai bimbi nn cristiani

Asilo vietato ai bimbi non cristiani Quanto riportato nell’articolo del “Fatto Quotidiano che segue, conferma quanto scrivevo, domenica scorsa, in un commento al “Blog del Conte”: «… Tu affermi che in Italia i diritti umani non sono violati. Certo, sulla carta sono tutelati – vedi la Costituzione -, ma soltanto sulla carta, poiché uno dei primi punti dolenti è proprio … Continua a leggere

Esclusione sociale, angherie – 1° marzo, sciopero degli immigrati

Esclusione sociale ANGHERIE, ovvero LEGALIZZAZIONE DELLA SEGREGAZIONE RAZZIALE Nell’ultimo post segnalavo tre blog i cui contenuti mi sono apparsi eccezionalmente interessanti, in particolare per quanto riguarda i post sull’immigrazione e i migranti. Ne ripropongo i link: Davide Galati. Le coordinate Galat(t)iche Gino Selva, infographic artisan, Regione Straniera Giuseppe Civati, autore progetto di “Regione Straniera” Da quello di Gino Selva, riporto … Continua a leggere

Esclusione sociale – Dalla parte della legalità – 2

Esclusione sociale Dalla parte della legalità – 2 Rifugiati: Il nostro diritto non è politico, è un diritto umano! Una lettera dei rifugiati Indirizzata al Comune di Milano giugno 2009 «Il Comune di Milano ha deciso di scippare i nostri diritti silenziosamente, cosa inaccettabile, motivo per cui noi abbiamo dato vita ad una lotta per il nostro diritto ad un … Continua a leggere

Esclusione sociale – Dalla parte della legalità

Esclusione sociale Dalla parte della legalità Ieri sera, seguendo la fiction Rai sul lavoro geniale di Franco Basaglia, alcuni aspetti hanno attirato la mia attenzione: In particolare, la situazione delle persone di cui si occupò Basaglia, condizione peggiore perfino di quella dei carcerati, e la paura di molta gente comune davanti al diverso. La “diversità” in ogni sua accezione e … Continua a leggere

Profezia

Profezia di Pier Paolo Pasolini Il filmato propone, tramite la voce di Toni Servillo, una parte della poesia di Pier Paolo Pasolini Profezia: un testo che, come in molti altri casi di scritti pasoliniani, è di stupefacente attualità. Il filmato l’avevo già inserito in questo blog un  paio d’anni fa, ora è accompagnato dal testo del poeta e da un … Continua a leggere

Schiavi da morire

Schiavi da morire Eccolo qui, l’anno nuovo, un neonato che si presenta con la stessa faccia feroce degli anni passati in un’Italia che pare non saper più distinguere tra mafiosi e persone perbene, ma neppure tra lavoro e schiavitù, tra diritti e illegalità, tra dignità e vergogna. E, poiché c’è sempre un peggio, Rosarno non si presenta come un fatto … Continua a leggere