Celentano, dopo l’appello il video

Celentano Dopo l’appello il video di Elena Rosselli “Il Fatto Quotidiano”, 9 giugno 2011    Adriano Celentano continua a dar battaglia sul referendum del 12 e 13 giugno. E questa volta, dopo la lettera-appello del 29 aprile in cui “il Molleggiato” invitava “STUDENTI, comunisti, fascisti, leghisti e operai” ad andare a votare quattro “sì” su nucleare, acqua e legittimo impedimento, lo … Continua a leggere

Pier Paolo Pasolini al “Concertone” del 1° maggio 2011

Pier Paolo Pasolini al “Concertone” del 1° maggio 2011 … Su Pier Paolo Pasolini al concerto di piazza San Giovanni, peccato che Neri Marcorè – o chi gli ha scritto i testi – non ne abbia imbroccato una: ha presentato il brano di Pasolini dicendo che era stato scritto il 28 novembre 1975 (e Pasolini è stato assassinato il 2 … Continua a leggere

Questo voto è l’unico mezzo per sopravvivere, di Adriano Celentano

QUESTO VOTO È L’UNICO MEZZO PER SOPRAVVIVERE, FIDATEVI di Adriano Celentano “Il Fatto Quotidiano”, 29 aprile 2011 Caro direttore, ma soprattutto cari STUDENTI, comunisti, fascisti, leghisti e operai costretti a lavorare nell’insicurezza. Come avrete letto su tutte le prime pagine dei giornali, il governo non demorde. Continua, sfidando l’intelligenza anche di chi lo ha votato, nella sua DEMONIACA voglia di … Continua a leggere

Smoke Gets in Your Eyes

“Smoke Gets in Your Eyes” ovvero “Promesse da marinai” La bella Napoli ancora invasa dai rifiuti Il governo in carica è maestro impareggiabile a gettare fumo negli occhi degli italiani, sudditi o cittadini che siano. Per quelli che sono inguaribilmente sudditi la delusione è più dolorosa, direi. Perché gli altri – quelli che sudditi non sono mai stati e che … Continua a leggere

Nave italiana mitragliata. Interrogazione al Governo di Matteo Mecacci

Nave italiana mitragliata dalla Libia. Interrogazione al Governo del radicale Matteo Mecacci Il mitragliamento di un peschereccio italiano, che a differenza di quanto ha dichiarato Frattini, stava rispettando la legalità internazionale, è un fatto grave che avrebbe visto una reazione decisa da parte di qualsiasi Governo democratico. Purtroppo il Governo interviene coprendo i truffatori delle quote latte su istigazione della … Continua a leggere

La prossima mossa…

La prossima mossa… Elezioni subito… niente elezioni, i soliti noti vanno avanti… primarie… sì… ma quando?… e su quale progetto?… quello di criminalizzazione di chi contesta? con chi ci si allea? indifferentemente: con Vendola MA ANCHE… con Casini… (Walter Luther King colpisce ancora… anzi non ha mai smesso) sindacati gialli… nuove schiavitù… sindaci onesti assassinati… parlamentari corrotti… collusioni mafiose… P3… … Continua a leggere

Raccapricciante…

Raccapricciante… “Raccapricciante” è il termine usato martedì sera al Tg3 Linea Notte da Nichi Vendola, contestato da quel buonuomo di Bonaiuti, presente in video in qualità di cane da guardia, com’è d’uopo fedele al padrone. Vendola ha detto quello che ciascuno di noi, se dotato di elementare buonsenso, avrebbe potuto dire a commento delle prime notizie sui contenuti della “manovra” … Continua a leggere

Con le mani sul fuoco…

Con le mani sul fuoco e i piedi nel decreto di Alessandro Robecchi “il manifesto” 21 febbraio 2010 Silvio Berlusconi è pronto a mettere una mano sul fuoco per Letta e un’altra mano sul fuoco per Bertolaso. Quindi presto avremo un presidente del consiglio senza mani e serpeggerà il panico tra le manicure del Presidente che vedranno sfumare la loro … Continua a leggere

Giustizia, il codice della volpe

Giustizia, il codice della volpe di Giuseppe D’Avanzo “la Repubblica” 20 febbraio 2010 Il disegno di legge contro la corruzione, annunciato da Silvio Berlusconi, non c’è perché non poteva esserci. Nel mondo meraviglioso di mister B., i fatti sono immaginari e la comunicazione sostituisce l’azione. Chi si ricorda del “piano casa”? Berlusconi: “Venerdì, faremo il provvedimento sul piano casa che … Continua a leggere

Sanremo, ovvero lo specchio di questa Italia

Sanremo, ovvero lo specchio di questa Italia E’ stata davvero movimentata l’eliminazione degli artisti che ha portato alla selezione dei tre finalisti del sessantesimo festival della canzone italiana di Sanremo. La protesta dell’orchestra di Sanremo ha avuto dell’incredibile, è bastato che partisse il clip di Malika Ayane per scatenare un vero boato tra gli orchestrali: segni di pollice verso, di … Continua a leggere