Pier Paolo Pasolini, Da “Perché il processo”, «Corriere della Sera», 28 settembre 1975

Pier Paolo Pasolini, da “Perché il processo” «Corriere della Sera», 28 settembre 1975 [ora in “Lettere luterane] […] Che cosa è necessario sapere, o meglio, che cosa i cittadini italiani vogliono sapere, affinché i prossimi dieci anni della loro vita non siano loro sottratti (come è stato per gli ultimi dieci )?  Ripeterò ancora una volta la litania magari a … Continua a leggere

Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti, di Italo Calvino

 Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti di Italo Calvino C’era un paese che si reggeva sull’illecito. Non che mancassero le leggi, né che il sistema politico non fosse basato su principi che tutti più o meno dicevano di condividere. Ma questo sistema, articolato su un gran numero di centri di potere, aveva bisogno di mezzi finanziari smisurati (ne aveva bisogno … Continua a leggere

Pier Paolo Pasolini al “Concertone” del 1° maggio 2011

Pier Paolo Pasolini al “Concertone” del 1° maggio 2011 … Su Pier Paolo Pasolini al concerto di piazza San Giovanni, peccato che Neri Marcorè – o chi gli ha scritto i testi – non ne abbia imbroccato una: ha presentato il brano di Pasolini dicendo che era stato scritto il 28 novembre 1975 (e Pasolini è stato assassinato il 2 … Continua a leggere

José Saramago – L’uomo che chiamava le ingiustizie per nome

l’uomo che chiamava le ingiustizie per nome 1922-2010 “Se puoi vedere, guarda. Se puoi guardare, osserva”. Così recita la citazione in apertura del suo capolavoro più conosciuto, “Cecità”. E in effetti nessuno come lui ha saputo studiare l’Uomo, “nella sua grandiosità e nelle sue debolezze” in un quadro di così grande respiro. Ha perso molto il mondo della cultura: portoghese, … Continua a leggere

La Resistenza e la sua Luce

La Resistenza e la sua luce di Pier Paolo Pasolini Una poesia di Pier Paolo Pasolini, i dipinti di Pellizza da Volpedo, la musica di Ennio Morricone, tratta dal film “La luz prodigiosa” per rendere omaggio alla Resistenza e a tutti coloro che si sono dimostrati Resistenti anche in questi giorni…

Herman Melville (1819-1891)

Herman Melville (1819-1891) Dico solo questo: la sua sorte fu quella di una nave sbattuta dalla tempesta, che vaga miseramente lungo una costa a sottovento. Il porto le darebbe riparo, il porto è misericordioso, nel porto c’è salvezza, comodità, un focolare, una cena, delle coperte calde, degli amici, tutto ciò che è gradito a noi poveri mortali. Ma in una … Continua a leggere

José Saramago

José Saramago Lo scrittore portoghese e premio Nobel José Saramago è morto oggi attorno alle 13.45 nella sua casa a Lanzarote, nelle Isole Canarie, a causa di una leucemia cronica. Al suo capezzale c’era la moglie, Pilar del Rio. Aveva passato una notte tranquilla e fatto colazione. Poi si è sentito male. Vinse il Premio Nobel per la letteratura nel … Continua a leggere

Saviano. “Dedico questo premio ai miei nemici”

Saviano: “Dedico questo premio ai miei nemici” Il vincitore del Premio Barzini ha risposto alle provocazione della Gruber sulle polemiche che lo bersagliano come “rompiscatole” come “prodotto di massa, moda che piace a destra e a sinistra”. Intercettazioni. Per Saviano una legge in cattiva fede, fatta per bloccare l’opinione pubblica Orvieto sì Saviano ha risposto alle provocazione della Gruber sulle … Continua a leggere

Enigma Pasolini

Forse qualche frequentatore di pierpaolopasolini.eu e di pasolini.net – i siti di cui sono autrice e curatice dedicati alla vita e alle opere di Pier Paolo Pasolini – ricorda che nel luglio dello scorso anno avevo pubblicato un mio articolo sulle ultime ipotesi legate all’omicidio dello scrittore. Dovetti poi toglierlo da quei siti poiché un editore me l’aveva richiesto per … Continua a leggere