Effetto Mozart

Effetto Mozart
 
Sappiamo che la musica aiuta a strutturare il pensiero e il lavoro delle persone nell’apprendimento delle abilità linguistiche, matematiche e spaziali. Soprattutto l’intelligenza musicale influisce sullo sviluppo emotivo, spirituale e culturale di altre intelligenze. Meno risaputo è che la musica possa influenzare l’organismo, modificando lo stato emotivo, fisico e mentale: tale fenomeno è comunemente denominato “Effetto Mozart”. Provare per credere…
 
 
 


Wolfgang Amadeus Mozart
Concerto per pianoforte e orchestra No. 21 K.467
II movimento, Andante
Daniel Barenboim, solista e direttore d’orchestra

Berliner Philharmonic Orchestra 

Effetto Mozartultima modifica: 2008-09-24T16:04:00+02:00da paginecorsare
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Effetto Mozart

  1. Quindi, inizialmente, è pur vero che con un buon sottofondo si possa influenzare un “innamoramento”… 🙂
    Io avevo lanciato un sasso nello stagno e te ne hai descritta la traiettoria, l’impatto e la discesa sul fondo. Sei sempre avanti.
    Buona serata!

Lascia un commento