La disfatta, di Bruno Panuccio

La disfatta
di Bruno Panuccio

Ce mancava ‘sta disfatta,
a rafforza’ ‘sta dittatura,
ora è ‘n cappio ‘sta cravatta,
p’ er respiro è ‘na tortura.

Gl’italian lobotomizzati,
resi ciechi e pure sordi,
sempre più sodomizzati:
che gran popolo de tordi !!!

Si ha paura del tumore,
solo il nome inorridisce,
ma i consigli der dottore,
qui nessuno li capisce.

Pe’ usci’ fori da st’inferno,
‘sta preghiera a giunte mani:
che stavolta er Padreterno
risorga pure i Partigiani !!!

29 marzo 2010

La disfatta, di Bruno Panuccioultima modifica: 2010-03-30T13:15:00+02:00da paginecorsare
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La disfatta, di Bruno Panuccio

  1. Cara Angela oggi è proprio una giornata negativa… neanche il commento riuscivo a postare ed ho dovuto fare la login!!!

    Comunque, credo di essere dello stesso umore di Bruno Panuccio quindi evito qualsiasi commento… meglio prima trovare un po’ di calma!!

    Ti auguro un sereno pomeriggio (proviamo almeno a farlo diventare tale) e ti lascio un saluto. Carlo

Lascia un commento